Florida «senza limiti» / «Limitless» Florida

Il Volo - Miami - World Tour 2016La musica è una quotidiana sfida che spinge al di là di noi stessi, raggiunge confini che l’uomo non immagina. ~ Il Volo: Florida «senza limiti» (italiano)

Music is a daily challenge that brings us further than ourselves, reaching boundaries that man doesn’t imagine. ~ Il Volo: «Limitless» Florida (English)



Italiano

La musica raggiunge confini che l’uomo stesso non immagina. La musica abbatte i muri e fa crollare i pregiudizi, la musica è una quotidiana sfida che spinge al di là di noi stessi.
I concerti de Il Volo non sono mai solamente un alternarsi di canzoni e brevi introduzioni, sono spettacoli completi, stralci di vita di cui ogni persona è partecipe e importante, viene coinvolta e si crea la sensazione di vivere in una grande famiglia.
Non è raro, perciò, che si sia testimoni di episodi commoventi, ispiratori, divertenti o liberatori che arricchiscono il concerto, chi lo dirige e chi vi assiste.

Nelle scorse tre tappe del tour Nord Americano, in Florida (Miami, Tampa e Fort Myers) il pubblico ha assistito a tre storie, tre avvenimenti, diversi tra loro ma accomunati dal superamento di un muro, ideologico, fisico…il superamento di uno stereotipo, che ha permesso di fermarsi a pensare a quante sfaccettature in realtà compongano ciò che siamo abituati a vedere.

Miami
A testa in giù

Il Volo - Miami - World Tour 2016È la storia di chi abbatte gli stereotipi. Tutta l’arte in generale si presta al ruolo di rivoluzionaria: si possono mutare pensieri comunicando una prospettiva diversa attraverso un’inquadratura particolare, una foto originale, una nota non prevista o un quadro fuori dagli schemi. È quello che da anni si propone Fabio Ingrassia, che ha trovato la propria firma nella pittura “rovesciata”.
Guidato dalla musica, Fabio dipinge i soggetti sulla tela a testa in giù, e solo dopo che ha terminato e gira il ritratto si riconosce in pieno cosa aveva voluto rappresentare.
Il talento è strabiliante.
Fabio, grande amico di Ignazio e già protagonista del Narovision, è stato invitato da Il Volo a Miami per poter mostrare all’America un altro pezzo di Italia bella, dell’Italia che ci piace e che siamo orgogliosi di mostrare.
L’Italia che rovescia schemi e tele.

Tampa

Beautiful that way

È la storia di chi sfida gli ostacoli fisici
Le due gemelle Pandolfo comunicano con la lingua dei segni. Una di loro ha problemi di udito mentre l’altra, Frenchy, sente ma preferisce usare la sua voce per tradurre le parole della sorella dalla lingua dei segni alla propria. Durante il concerto vengono notate dai ragazzi, che le invitano ad avvicinarsi: stanno presentando Beautiful that way e la gag è lunga, ma questo non ferma le intrepide sorelle dal vivere a pieno l’esperienza.
Tampa concert«È pazzo» afferma Piero riferendosi a Ignazio. Frenchy traduce e Gianluca ripete il gesto rivolto verso l’altra gemella
«Questo l’ho capito anche io!»
Tutti osservano come rapiti la fluida comunicazione che avviene tra le due ragazze, che non emettono suono ma capiscono tutto, e ridono, interessando anche Il Volo che fa loro posto sul bordo del palco. Ignazio le prende in braccio e posa Frenchy vicino a Piero, la gemella tra Piero e Gianluca. Si siede vicino a Frenchy, cominciano a cantare.

Smile, without a reason why

Al termine, sempre Ignazio prende in braccio le ragazze per aiutarle a scendere dal palco e, quando stanno per tornare al loro posto, ferma Frenchy e le chiede di tradurre un messaggio per la sorella: “È la prova che la musica non ha limiti”.
Abbracci e baci per una lezione di vita e di amore da cinque ragazzi la cui media di età è 20 anni.

Survivor

Il Volo - Miami - World Tour 2016È la storia di chi sfida la forza di gravità, letteralmente, e di un affetto che non conosce confini.
Durante la penultima canzone, Surrender, Piero, Ignazio e Gianluca hanno chiamato a sé dei bambini tra il pubblico per poter cantare insieme a loro.
Gianluca e Piero si stavano coccolando una bimba, Ignazio aveva portato sul palco per mano un bimbo al quale aveva prestato il suo cappello simil bombetta. Mentre si avvicinavano agli altri due per il primo acuto insieme, Ignazio è inciampato in un cavo ed è caduto sul palco, trascinandosi dietro anche il bambino che teneva in braccio.
Nel cadere, però, Ignazio si è girato per poter reggere il bambino sulla pancia e proteggerlo dall’urto, atterrando quindi sulla spalla sinistra.
Piero e Gianluca hanno sentito il colpo e le urla del pubblico che lo hanno accompagnato e si sono voltati di scatto: Gianluca è impallidito e ha smesso di cantare, Piero ha continuato e ha permesso quindi ai compagni di poter riprendere la canzone con più facilità. Ignazio si è rialzato subito, cantando e portando con sé il bambino per affidarlo agli amici. Tutti e tre hanno terminato brano e concerto senza alcun problema.

La professionalità. E l’amore. Per il loro pubblico, il loro lavoro e la loro amicizia.

Fort Myers
Noi siamo Il Volo!

Essere famosi non impedisce di essere umili.
Fort Myers, Florida. CollageIl Volo è arrivato a Fort Myers il 7 marzo, il giorno prima del concerto, e i ragazzi hanno trascorso la giornata libera in spiaggia, prendendo il sole e passeggiando con le famiglie, la band e gli amici.
Durante il concerto dell’8 marzo, hanno voluto condividere con il pubblico una dolce storia accaduta quando sono ritornati in hotel dopo essere stati in spiaggia.
Sono entrati in una macchina Uber (un taxi) e hanno inziato a parlare in italiano tra di loro, ridendo e improvvisando qualche canzone: l’autista ha notato la loro abilità nel cantare e ha chiesto di intepretare qualche pezzo de Il Volo.

«Ma… noi siamo Il Volo» hanno riso.
«Ma no» ha risposto pronto l’autista, prima di girarsi per gettare un’occhiata più attenta. «Siete Il Volo!!»
Rivelata la loro identità hanno iniziato a cantare tutti insieme e giunti in hotel hanno invitato l’autista al concerto, sperando di ritrovarlo in teatro.
L’autista si è presentato.
E quando Piero, Ignazio e Gianluca hanno raccontato l’aneddoto al pubblico, si è alzato in piedi e li ha salutati con un gran sorriso.

English

Music reaches limits that man himself doesn’t imagine. Music demolishes walls and destroys prejudices, is a daily challenge that brings us further than ourselves. Il Volo’s concerts had never been only a succession of songs and introductions, but real shows: parts of life in which every person participates, is captivated, is important, and in which the sensation of living in a big family arises.
That is why often happen touching, inspiring, funny, liberating moments that enrich the concert and who sees it.

In the last three dates of the North American Tour, in Florida (Miami, Tampa and Fort Myers) the audience witnessed three stories, three episodes, each one different but bonded by the crossing of a wall – ideological or physical. The crossing of a stereotype that allowed us to stop and think of all the shades that create the reality we see everyday.

Miami
Upside Down

Il Volo - Miami - World Tour 2016It is the story of who destroys stereotypes. Talking in general, the whole world of Art lends itself to be revolutionary: Art can change convictions by reversing the perspectives, through a particular shot, a photo, an unexpected note or a painting outside the box. This is what is doing Fabio Ingrassia, who found his signature in the ‘upside down’ paintings.
Lead by the music, Fabio paints people upside down on the canvas and only at the end he turns the painting, revealing the person he drew.
His talent is amazing.
Fabio is a friend of Ignazio and has already been a great name in the Narovision. He was invited to Miami by Il Volo to show America another piece of the beautiful Italia, the Country we Italians like and that we are proud to share.
The Italy that overthrows stereotypes and canvas as well.

Tampa
Beautiful that way

It’s the story of who challenges the physical obstacles.
The Pandolfo twins talk to each other using the sing language. One of them is hard of hearing while the other, Frenchy, hears well but prefers to use her voice to translate her sister’s words from the sing language to English. During the concert, Il Volo noticed them and invited them to come close the stage: Piero, Ignazio and Gianluca were introducing Beautiful that way and the sketch was long; but that didn’t stop the twins to live the experience fully.
Tampa concert«He’s crazy» affirmed Piero referring to Ignazio. Frenchy translated to her twin and Gianluca repeated the gesture.
«Yes, I understood that gesture too!»
The whole audience listened enraptured the fluid communication between the two girls, who didn’t use their voices but understood all and laughed at Il Volo’s jokes. Ignazio picked up the girls and sat them on the stage, one between Piero and Gianluca, the other (Frenchy) between him and Piero. Il Volo then started to sing.

Smile, without a reason why

At the end of the song, Ignazio helped the girls to climb down the stage and stopped Frenchy asking her to translate a message from him to her sister: “she is the proof that music has no limits”.
Hugs and kisses accompanied a lesson of life and love from five people between 17 and 22 years.

Survivor

Il Volo - Miami - World Tour 2016It’s the story of who literally challenges the gravity, and of an affection that knows no bounds.
During the penultimate song, Surrender, Piero, Ignazio and Gianluca invited some kids near the stage to sing all together.
Gianluca and Piero were hugging a little girl, Ignazio picked up a boy from the audience. Holding the boy in his arms, Ignazio walked the stage to reach his friends and sing the first high note of the song, but stepped on a wire and fall on the stage, dragging with him the boy.
However, while falling Ignazio turned on his back to shelter the boy and protect him, hurting his left shoulder.
Piero and Gianluca heard the hit and searched for Ignazio: Gianluca turned pale and stopped singing; Piero continued the note allowing his friends to start easily the song again. Ignazio immediately got up and went with the signing again, bringing the boy to Piero and Gianluca. Il Volo ended the concert without any problems.

This is professionalism. This is love. Love for their audience, their job and their friendship.


Fort Myers

We are Il Volo!

Being famous doesn’t prevent to be humble.
Fort Myers, Florida. CollageIl Volo arrived in Fort Myers on March 7th, the day before the concert, and passed their day off at the beach, sunbathing and hanging around with families, band and friends.
During the concert on March 8th, they shared with the audience a sweet story that happened when they went to the hotel from the beach.
They entered a car and began to talk in Italian and sing with cheerfulness; so the Uber driver noticed they could sing and asked them to sing a song from Il Volo.

The guys laughed. «But…we are Il Volo»
«No, you are not» answered quickly the driver, before turning and looking at them with more attention. «You are!!»
So they sang a song all together and the guys invited the driver to the concert, hoping he would come.
He came.
And when Piero, Ignazio and Gianluca told the story to the audience, the Uber driver stood up and waved smiling.
 

Like this Article? Subscribe! / Ti piace questo articolo? Iscriviti!

8 thoughts on “Florida «senza limiti» / «Limitless» Florida

  1. Dear All About Il Volo, Dear Martina, Thank you for sharing with us these stories, moments of the concerts of Il Volo in America. Tales, sweet, tender and exciting. We also see here, reading these articles that the guys of Il Volo are really special, humble, nice to everyone. Ignazio protective to the child when he fell he tried to protect him so that the child got not hurt. Gianluca who cares for Iganzio and the child and bleaching no longer able to sing, you see that they love each other as brothers. Cute and sweet even with the twins, and have also given an important message. And then what about the taxi driver, that Il Volo invited him to their concert. What wonderful guys you are. Thanks to Gianluca, Piero and Ignazio and to all the staff of All About Il Volo. I am proud to be a supporter and admirer of Il Volo. We love you and keep it up. A hug. Best regards

  2. Thank you Martina for sharing these stories. Ignazio’s friend Fabio is such a talented artist and it is amazing how he does these “upside down” paintings or drawings. These stories all show once again how thoughtful and kind Piero, Ignazio and Gianluca are. Besides being so talented, they have beautiful and loving hearts!

  3. Thank you Martina for all your updates , I look forward to all your up dates waiting in anticipation to catch up on IL VOLO. Keep up the good work !!

  4. Thank you Martina for a wonderful article. The stories are so sweet and the guys are so caring. They bring such joy and happiness to us. Their voices are incredible but more importantly they are such wonderful human beings – so kind and so caring. The world is a better place for having Il Volo in it. Thank you again and please keep writing these great stories of their adventures and their many kindnesses.

  5. Pingback: Il Volo world tour 2016 – Fort Myers – gallery | All About Il Volo

  6. The next thing to optimize for is the content on your website.
    Ensure that the headings on your page relate directly
    to the images and text content of your page. If you think that
    you have to spend a lot of money for making these page flipping publications,
    then you are not right. Since there are now millions of
    websites covering different niches and market, it is no wonder that site owners
    and webmasters have to struggle to get to the top of the results.
    I gave hypnotic postcards home based business a try last year (2011); about six months ago.
    Think about ways people might search for your website, and
    be sure to incorporate those keywords and phrases
    into your site that will help them find you.

  7. Pingback: A gaze on the World Tour 2016, all the dates / Uno sguardo al Tour Mondiale 2016, tutte le tappe | All About Il Volo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.